A causa di una malattia è venuto a mancare all’età di 67 anni il dottor Amato Barile.

Il magistrato originario della provincia di Avellino è stato Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Sala Consilina dal 2008 al 2013, anno nel quale è stato soppresso e accorpato al Tribunale di Lagonegro.

Nel tribunale lucano dal 2013 fino al 2016 ha ricoperto il ruolo di sostituto procuratore fino al suo pensionamento avvenuto alla fine dell’anno.




Lascia la moglie e due figli. Le esequie saranno celebrate domani alle ore 16 ad Avellino nella chiesa di San Ciro.

Diventato magistrato giovanissimo, all’età di 24 anni, prima di arrivare a Sala Consilina è stato sostituto procuratore presso il Tribunale di Asti, a capo della Procura di Monza e successivamente procuratore capo ad Ariano Irpino. Nel 2004 è stato candidato alla carica di sindaco ad Avellino. Durante la sua attività è stato uno dei punti di riferimento per le indagini sullo scandalo dei prefabbricati post terremoto del 1980 e sulla tangentopoli irpina.

– Erminio Cioffi –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*