Non sono stati sciolti tutti i dubbi sulla morte di Dora Lagreca, la 30enne di Montesano sulla Marcellana deceduta a Potenza nella notte fra l’8 e il 9 ottobre scorso.
Infatti, a seguito del deposito degli esami dell’autopsia effettuata sul corpo della ragazza qualche giorno dopo la sua morte, quest’ultimi lasciano aperte tutte le ipotesi vale a dire omicidio, suicidio e incidente.

Ma ciò che attira l’attenzione è la notizia del rinvenimento di un’unghia di Dora sul pavimento. I medici legali incaricati dalla Procura di Potenza, Aldo Di Fazio e Biagio Solarino, che nei giorni scorsi hanno depositato l’esito dell’esame autoptico, hanno riscontrato sul corpo di Dora una lesione tra la quarta e quinta falange della mano. Ma le indagini, però, si stanno concentrando anche sull’unghia ritrovata nell’appartamento.

Un‘unghia rotta, certamente prima della caduta dal balcone, essendo stata ritrovata sul pavimento vicino a una porta dell’appartamento situato al quarto piano di una palazzina in via Di Giura. Gli inquirenti stanno cercando di capire cosa è successo prima della caduta dal balcone. E se quello di Dora è stato un gesto volontario o meno. Già a seguito del deposito dei risultati, l’avvocato Renivaldo Lagreca ha sottolineato il fatto che gli stessi “lasciano spazio a tutte e tre le ipotesi iniziali: suicidio, omicidio e incidente“.

Per i medici legali, la ragazza è morta per un politrauma. Sulla stessa mano della lesione, la destra, anche un’ecchimosi che non sarebbe compatibile con la caduta dal balcone. Altro elemento spuntato fuori dall’esame autoptico riguarda il tasso alcolemico superiore a 1,50.

Non uno stato di ubriachezza ma assunzione anche di un cocktail o altro tipo di alcolico che altera comunque una eventuale volontà di difendersi o di essere totalmente lucidi. Una sorta di limitazione nell’essere lucidi. Oltre al livido e lesione sulla mano e a una escoriazione sempre sulla mano destra non risulterebbero altri segni di colluttazione sul corpo.

  • Articolo correlato:

15/12/2021 – Morte Dora Lagreca, depositato l’esito dell’autopsia. Sulla mano una lesione causata prima della caduta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano