“Una tra i tanti morti di Covid, un numero a cui soprattutto i giovani ma anche tanti sciatori o frequentatori di market vari non badano o almeno così pare. Ma stavolta quel numero tra tanti è una di noi, un’altra storia bellissima di passione civile e scelta di vita che se ne va: Lidia Menapace partigiana per sempre”.

Giorno di lutto per l’Anpi Salerno che dice addio alla storica partigiana: dal 2011 era componente del Comitato Nazionale dell’Anpi, motivo di orgoglio anche per il Circolo provinciale Anpi Salerno.

Lidia Menapace nel suo essere incredibilmente attiva ha lasciato un segno importante nella storia della nostra Repubblica. Sicuramente ha rappresentato un fortissimo veicolo per la discussione dei temi sull’antifascismo e dell’antirazzismo – ha dichiarato Vittorio Cicalese, responsabile Anpi Giovani Salerno – Queste cose non possono e non devono essere dimenticate soprattutto da noi giovani”.

Anche le associazioni “Un Ponte per” e “Memoria in Movimento” esprimono cordoglio per la scomparsa di Lidia Menapace.

“Con Lidia Menapace scompare una pacifista coerente – dichiarano – che si è battuta contro l’ipocrisia di chi ha cercato di aggettivare ed abbellire la guerra”.

“Lidia in tutti questi anni è stata un punto di riferimento per noi e per chiunque fosse impegnato nel campo della pace. Ha sempre avversato l’uso delle armi e l’impiego degli eserciti nel contesto internazionale, ma non solo – proseguono – Si è battuta perché la guerra non fosse mai mascherata da missione umanitaria o di pace”.

– Claudia Monaco –

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*