Il corpo privo di vita di M.M., un uomo di 60 anni che viveva da solo a Montesano sulla Marcellana, è stato trovato nella giornata di ieri in una pozza di sangue.

A dare l’allarme sono state alcune persone che erano andate a fargli visita. Inizialmente si pensava ad un omicidio fino a quando non sono arrivati i Carabinieri e gli uomini della Sezione Investigazioni Scientifiche del comando provinciale dei Carabinieri di Salerno. Dall’esame effettuato sul corpo dell’uomo, sembra sia emerso che a causare la morte sia stata una emorragia scatenata dalla rottura delle varici esofagee. Nel pomeriggio di ieri, il corpo dell’uomo è stato trasportato presso la sala mortuaria dell’ospedale “Luigi Curto” di Polla a disposizione dell’autorità giudiziaria. Il Pubblico Ministero ha disposto l’effettuazione dell’esame autoptico sul corpo dell’uomo per fugare ogni dubbio sulle cause che hanno causato la morte del 60enne. Sembrerebbe che, alla base della decisione di disporre l’esame autoptico, ci sia il fatto che l’uomo deceduto sembrerebbe abbia ricevuto in passato delle minacce.

– Erminio Cioffi –


 

Commenti chiusi