carabinieri noe 02I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Salerno, agli ordini del Capitano Giuseppe Ambrosone, hanno sequestrato, a Montesano sulla Marcellana, un’area di circa quindicimila metri quadrati di una nota attività imprenditoriale del posto, prevalentemente adibita a stoccaggio di materiali, deposito e parcheggio di macchine operatrici del campo edile, con annesso impianto di frantumazione inerti.

Nel corso del sopralluogo, i Carabinieri hanno ritrovato illecitamente depositati considerevoli quantitativi di rifiuti speciali, come rifiuti misti dell’attività di costruzione e demolizione, quali miscele bituminose, miscugli di cemento, mattoni, mattonelle e ceramiche, plastica, ferro e legno provenienti dall’attività di costruzione e demolizione. I rifiuti, tra l’altro, erano depositati sul terreno, completamente esposti agli agenti atmosferici.

In particolare, i Carabinieri dello speciale reparto a Tutela dell’Ambiente, nel corso del controllo, hanno accertato che l’attività aveva effettuato lo stoccaggio abusivo (messa in riserva) dei rifiuti speciali, in assenza della prescritta autorizzazione, in violazione della normativa ambientale. La superficie sequestrata, inoltre, è risultata essere sprovvista di pavimentazione e impermeabilizzazione, nonché di sistema di raccolta delle acque meteoriche e di dilavamento e di ogni altro accorgimento per la salvaguardia delle matrici ambientali.

Al termine delle attività di indagine, il legale rappresentante dell’attività di impresa ed il proprietario dell’area sono stati denunciati ai magistrati della sezione reati ambientali della Procura della Repubblica del Tribunale di Lagonegro, guidata dal Procuratore Capo Vittorio Russo.

– ondanews –

 

Commenti chiusi