28493752550_c9171540ec_oNel corso della seduta di Giunta Comunale dello scorso 25 luglio è stata approvata una delibera che consolida la conoscenza e la promozione del territorio di Montesano sulla Marcellana attraverso il progetto “Turismo a Km 0”.

La delibera consiste nell’organizzazione di domeniche all’insegna della valorizzazione del proprio territorio comunale. Infatti, saranno promosse giornate di incontro, condivisione, visite in cui l’abitudinario concetto di conoscenza sarà inteso in termini più ampi, ossia come riappropriazione del proprio territorio attraverso momenti ambientali con percorsi in bici e a piedi tra valli e montagne, fra flora e fauna, momenti culturali con visite ai musei e al centro storico e momenti di conoscenza delle tradizioni enogastronomiche e degli antichi mestieri.

Sulla delibera gli assessori Rosanna Pepe e Marzia Manilia e il consigliere Michelina De Paolo dichiarano:“Riteniamo che la forma del turismo a km 0 sia uno strumento utile alla comunità di Montesano Sulla Marcellana e alla sua promozione. Il progetto coinvolgerà diversi aspetti: il sociale per il momento di comunità che insieme grandi e piccoli condivideranno, l’ambientale per la vastità e la biodiversità del nostro territorio con l’obiettivo di rendere più consapevoli i nostri cittadini del proprio territorio sensibilizzando soprattutto i ‘piccoli’ abitanti’ e infine la riscoperta della antiche tradizioni con visite a botteghe di mestieri antichi e non solo, recuperando tutte quelle abitudini che hanno fatto la storia del nostro comune e che non dovremmo dimenticare. Fondamentale sarà il coinvolgimento delle locali Associazioni e della Scuola”.

Sulla stessa linea anche il sindaco Giuseppe Rinaldi. “Il progetto ‘turismo a Km 0’, – dichiara – che ha preso avvio con una recente delibera di giunta, si snoda su tre assi principali tutti finalizzati alla promozione territoriale: sociale con la condivisione di esperienze, ambientale con la conoscenza delle specificità da tutelare presenti a Montesano quale migliore risposta ai nefasti tentativi di ‘invasioni barbariche’ che ci interessano e culturale-tradizionale nel segno del recupero delle nostre radici”.

“Questo progetto  – continua Rinaldi – vuole anche dare impulso alla riappropriazione identitaria da parte di cittadini del proprio territorio. A volte capita che si conoscano perfettamente luoghi, monumenti, percorsi fuori dai confini comunali, fuori provincia e regione ma non si sia mai visitato il proprio museo comunale o camminato per i sentieri naturalistici presenti nel proprio paese. Questo accade anche a livello comprensoriale quindi il passo successivo del progetto sarà consolidare, in particolar modo con i più piccoli, la conoscenza delle straordinarie bellezze dell’intero Vallo di Diano”.

A breve saranno illustrate le date e i percorsi del progetto “Turismo a Km 0”.

– Chiara Di Miele – 


 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*