Sicurezza sul lavoro. Se n’è parlato questa mattina durante il programma “Buongiorno Regione” su Rai 3 che ha trattato la vicenda del rogo Bimaltex di Montesano Sulla Marcellana. Come si ricorderà, il 5 Luglio del 2006, nel materassificio ubicato nel comune termale persero la vita Annamaria Mercadante, 49 anni di Padula e Giovanna Curcio, 15 anni di Casalbuono. Nel servizio di Enzo Ragone si sono ripercorse tutte le fasi della vicenda che indignò l’opinione pubblica per le condizioni di lavoro a cui erano sottoposte le operaie e sull’autorizzazione di  una simile attività nel pian terreno di una palazzina  in cui era presente anche una scuola; la vicenda, inoltre, attirò anche l’attenzione del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

A distanza di otto anni, i familiari sono stati intervistati dalla rete Rai anche alla luce dell’ultima notizia della latitanza di Biagio Maceri, il proprietario della fabbrica, condannato definitivamente ad 8 anni di reclusione. “Aspettavamo che fosse in carcerele parole di Michele Arnone, marito di Annamaria Mercadante – invece è latitante, non so come sia possibile. Ci troviamo dopo otto anni di impegno legale, con una condanna ma è  tutto inutile, perché  lui è  scappato.”

”Siamo distrutti” fa eco Pasquale Curcio, padre della giovane Giovanna Curcio. “Non mi interessa molto il risarcimento – aggiunge poi Arnone – a me interessa soprattutto la pena. Se, però, oltre al danno abbiamo anche la beffa, è  davvero troppo”. Il risarcimento danni era stato stabilito a centomila euro .“Zero totaleha affermato ai microfoni RAI  il legale delle due famiglie, l’Avv. Renivaldo Lagrecaquasi neanche le scuse. Hanno subìto il costo del processo arrivato fino alla Corte di Cassazione, tre gradi di giudizio, senza neppure un euro.”

– Claudia Monaco –

Guarda il video di “Buongiorno Regione”


  • Articolo correlato

18/05/2014 – Montesano: Biagio Maceri latitante dopo la condanna ad 8 anni per il rogo Bimaltex


 

Commenti chiusi