Il vicesindaco di Monte San Giacomo Angelo Spina e gli assessori Angela D’Alto e Antonio Caporrino, comunicano, mediante una nota, la loro immediata autosospensione dal Partito Democratico.

Gli assessori hanno scelto di appoggiare l’autosospensione del primo cittadino del paese ai piedi del Cervati, nonché Presidente della Comunità Montana “Vallo di Diano” Raffaele Accetta. La decisione è scaturita a seguito dell’approvazione, da parte del Senato, del Decreto Legge “Sblocca Italia”, noto come “Sblocca-Trivelle”.

“Avvertiamo – dichiarano gli assessori – la necessità di manifestare il nostro dissenso verso questa legge e verso la scarsa sensibilità mostrata da molti dei nostri parlamentari. Saremo a fianco del nostro sindaco in questa battaglia a difesa del territorio, come assessori comunali ma soprattutto come cittadini, confidando nella sensibilità di tutti gli altri colleghi amministratori e del Partito Salernitano, certi di interpretare la volontà della Comunità che ci onoriamo di rappresentare”.

“Riteniamo – continuano – molto grave l’idea che gli enti locali siano totalmente espropriati della possibilità di intervenire nel merito di vicende così delicate, come pure non capiamo l’incongruenza tra le politiche sinora adottate, gli investimenti e i sacrifici compiuti dai Comuni e dai cittadini per fare di quest’area, Parco Nazionale, una zona a vocazione turistica e ambientale e l’eventuale e incontrollata trivellazione del nostro territorio”.

“Sperando – concludono gli assessori – che questo nostro gesto possa aiutare a portare l’attenzione su un tema dal quale dipenderà il futuro di questa terra e dei suoi cittadini”.

– Roccanna Giordano –


  •  Articolo correlato

6/11/2014 – Monte San Giacomo: Raffaele Accetta non “accetta” il decreto “Sblocca Italia” e si autosospende dal PD


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*