Sono stati resi noti gli esiti del sopralluogo del costone roccioso che si affaccia sulla SP 72/a, arteria principale che collega il comune di Monte San Giacomo a Silla di Sassano, chiusa al traffico dallo scorso 14 ottobre.

Dalle verifiche è emerso che sul costone vi sono presenti dei massi di varie dimensioni che potrebbero staccarsi e finire sulla Strada Provinciale, pertanto è indispensabile procedere con la programmazione di un lavoro di messa in sicurezza del costone.

Ad eseguire il sopralluogo è stato un copioso numero di tecnici, tra cui il sindaco di Monte San Giacomo Raffaele Accetta, l’ingegnere Michele De Luca e il geometra Franco Esposito per il comune di Sassano, Beniamino Curcio per la Comunità Montana, il capo cantiere Giovanni Di Somma e alcuni operai idraulico-forestali del cantiere di Monte San Giacomo ed il Ggeologo Vincenzo Siervo incaricato dal comune di Sassano.

“La situazione del costone, come era prevedibile, non è proprio rassicurante – ha dichiarato il sindaco Raffaele Accetta – è necessario realizzare un lavoro di messa in sicurezza, così come è stato fatto nel passato, nella parte del nostro territorio. D’altra parte come Comune di Monte San Giacomo lo abbiamo richiesto tantissime volte ma, proprio perché quella parte non protetta ricade in altro comune, devo supporre che per tale motivo non sia stato attuato”.

Intanto, nei prossimi giorni, i tecnici trasmetteranno alla Provincia una dettagliata relazione in merito alle verifiche effettuate.“Speriamo – ha continuato Accetta – che la Provincia revochi l’ordinanza di chiusura della strada. Il sindaco di Sassano, a sua volta, ha assicurato che si attiverà unitamente alla Comunità Montana per la predisposizione di un progetto di protezione del costone che possa in via definitiva eliminare l’eventuale pericolo che, come è a tutti noi noto, può esserci anche nelle zone dove è stata posizionata la rete paramassi ed emetterà nei prossimi giorni un’ordinanza per il divieto di pascolo in quella zona”.

“Dobbiamo sperare – ha concluso il primo cittdino – che non succeda mai niente e dobbiamo affidarci alla buona sorte.”

– Roccanna Giordano –


  •  Articoli correlati

22/10/2014 – Monte San Giacomo: Chiusura SP 72/a. La Provincia si dichiara non responsabile del costone roccioso

16/10/2014 – Monte San Giacomo: Divieto di transito sulla SP 72/a per caduta massi. Accetta:“Inaspettata e improvvisa chiusura”

Un commento

  1. Siamo punto e a capo. Non si parla ,come si dovrebbe, dell’emissione di un’Ordinanza, contingibile ed urgente, da parte del Sindaco di Sassano nei confronti del proprietario del terreno, di esecuzione di lavori per la messa in sicurezza del medesimo, con l’esecuzione dei medesimi lavori da parte del Comune di Sassano in caso di inerzia del proprietario, con diritto di rivalsa successiva sul privato inadempiente.Non si parla nemmeno di chiedere alla Provincia di installare una struttura metallica provvisoria sulla strada provinciale, nel tratto pericoloso ricadente nel Comune di Sassano, a protezione del traffico veicolare. Nel 2014 non si può continuare a dire: io speriamo che me la cavo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*