monte san giacomoÈ stato presentato ieri sera, nel prestigioso e storico Palazzo Marone di Monte San Giacomo, il libro “Una vita di strofe”, poesie in vernacolo tra realtà e fantasia del Sangiacomese Antonio Caporrino, affettuosamente denominato in paese con l’appellativo di ”U’mbresario”.

Il libro, un progetto fortemente voluto e proposto dagli amici dell’autore e dalla giunta comunale, raccoglie le numerose poesie in dialetto Sangiacomese che Caporrino ha scritto per solennizzare gli eventi pubblici e privati che si sono susseguiti nel corso degli anni.

La coordinazione dei lavori è spettata all’assessore alla cultura di Monte San Giacomo Angela D’Alto, hanno preso parte i saluti del sindaco Raffaele Accetta e di Antonello Aumenta, direttore generale della Bcc di Sassano. Hanno relazionato l’incontro, Italo Tacelli, Angelo Sica e Giovanni Lovito, successivamente vi sono stati gli interventi di Vincenzo Nicodemo e Walter Nicodemo, componenti del Comitato “Sangiacomesi nel mondo”; ha concluso l’autore del libro Antonio Caporrino.

Erano presenti all’evento numerosi cittadini del piccolo centro ai piedi del Cervati, i quali hanno voluto rendere ossequio all’originale concittadino; inoltre,  per l’occasione, il sindaco ha consegnato all’autore una pergamena come riconoscimento di stima ed affetto da parte di tutta la comunità Sangiacomese.

Al termine della presentazione del libro, è andata in scena la commedia in un atto unico “Pericolosamente” scritta da Eduardo de Filippo ed interpretata dal gruppo teatrale di Monte San Giacomo “Terenzio Castella”, il cui fondatore è proprio l’autore del libro Antonio Caporrino, unitamente a Benito Totaro.

“Antonio Caporrino, – ha affermato l’assessore Angela D’Alto – rappresenta la memoria storica della nostra comunità. Negli anni ha voluto celebrare gli avvenimenti, piccoli e grandi, del nostro paese, con dei componimenti in vernacolo che, ora, ha raccolto e dato alle stampe. La presentazione di questa raccolta – ha concluso –  è dunque per noi il modo più immediato di testimoniargli affetto, stima e riconoscenza per questo, ma anche per tutte le attività che, negli anni, ha svolto con passione e generosità, in favore di Monte San Giacomo.”

– Roccanna Giordano –


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*