Mondiali di scherma. Nel quartetto vincente azzurro anche la potentina Francesca Palumbo



































L’Italia è vice campione del mondo di scherma ai Campionati mondiali in Ungheria e nel quartetto azzurro c’è anche un’atleta di Potenza, la 25enne Francesca Palumbo, grande protagonista nel fioretto a squadre femminile di Budapest.

Insieme a lei le atlete Elisa Di Francisca, Arianna Errigo e Alice Volpi. La Nazionale italiana ha ceduto in finale alla Russia, per 43-42, solo al minuto supplementare. Si tratta della settima medaglia vinta nella rassegna iridata, il primo argento dopo 6 bronzi, il miglior risultato.

“Perdere l’oro per una stoccata – ha dichiarato Francesca Palumbo – porta dietro tantissimo amaro, dispiacere e rabbia. Ma questa è comunque una medaglia mondiale importantissima, di qualifica olimpionica. Sono molto soddisfatta, era il mio primo mondiale, mi ha emozionata tantissimo. Ora un po’ di meritato riposo e vacanze, per poi prepararmi per fare ancora meglio e volare verso nuovi obiettivi”.







Il fioretto femminile non riesce a salire sul gradino più alto del podio ma conferma l’argento dello scorso anno conquistato nei Mondiali Wuxi in Cina.

Questa volta la finale contro la Russia è stato un match al cardiopalma e dall’andamento del punteggio sempre in bilico. Dopo l’iniziale vantaggio delle azzurre, le russe hanno rimontato, poi sono state rimontate, ma alla fine l’hanno spuntata, dopo un cartellino giallo ricevuto dalle azzurre.

Avvincente il cammino prima di arrivare in finale con Palumbo e compagne che hanno prima sconfitto nel turno dei 32 la Romania per 43-20, poi per 45-25 l’Ucraina, e ancora 44-25 il Giappone, nei quarti. Poi in semifinale la vittoria sulla Francia per 45-37, e la sconfitta nella finale con la Russia.

– Claudio Buono –



































Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*