Il capogruppo del Movimento 5 Stelle e consigliere comunale di Potenza Marco Falconeri ha presentato un’interrogazione al sindaco Mario Guarente sulla segnaletica ciclopedonale e sugli interventi per garantire la micromobilità in città.

Ad oggi – afferma Falconeri – restano disattese tutte le istanze e proposte finalizzate ad agevolare l’utilizzo di biciclette, e-bike, monopattini sulle strade della città. L’avvento della cosiddetta micromobilità non è stato accompagnato da alcun intervento consentito dal Codice della Strada come l’introduzione delle zone 30 km/h, la casa avanzata, la segnaletica orizzontale verticale ed orizzontale dedicata, parcheggi o rastrelliere dedicate. In questa situazione desta sconcerto la proposta di chi, in senso del tutto opposto, addirittura propone la possibilità di limitare percorsi promiscui tra fruitori della mobilità dolce e le altre componenti del sistema mobilità. Questo significherebbe vietare a chi fa uso dei mezzi di mobilità individuale alternativi la possibilità di muoversi liberamente sulle strade tenuto conto che a Potenza tutte le strade sono ad uso misto/promiscuo non essendoci attualmente neppure un metro di piste ciclabili o percorsi esclusivi per le due ruote“.

Falconeri spiega che “Potenza purtroppo continua nel triste primato del rapporto automobili/persone tra i più alti in Italia con una incidenza di investimenti di pedoni non trascurabile“.

La diffusione di mezzi di mobilità alternativa come le biciclette anche a pedalata assistita, monopattini ed altri mezzi di mobilità sostenibile rappresenta una opportunità per consentire una deflazione del traffico veicolare, l’abbattimento dell’inquinamento atmosferico ed il miglioramento della qualità della vita dei cittadini – prosegue -. Nonostante le rassicurazioni dell’Ufficio Mobilità e degli assessori al ramo ad oggi non è stata realizzato nessun tipo di segnaletica stradale, nessun parcheggio e rastrelliera, nè tantomeno le linee ciclabili annunciate in concomitanza con la realizzazione dell’asfalto“.

E conclude:”Potenza rimane uno dei pochi capoluoghi di Regione a non avere piste ciclabili e misure di agevolazione ed incentivazione della mobilità sostenibile“.

Falconeri chiede al primo cittadino quali interventi urgenti siano previsti per agevolare e promuovere la ciclopedonalità, la micromobilità e la mobilità sostenibile in città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.