Ieri l’intervento dei Carabinieri ha spezzato la catena di maltrattamenti, aggressioni e minacce continuate che andavano avanti da diversi anni da parte di un uomo nei confronti della moglie e della figlia 40enne.

È stata proprio la figlia che dopo l’ennesima lite per futili motivi sfociata in aggressione da parte del padre ha deciso di allertare le Forze dell’Ordine.

I militari della Stazione di San Giovanni a Piro e del pronto intervento giunti sul posto hanno trovato le due donne che erano fuggite scalze e terrorizzate presso un’ abitazione vicina mentre l’uomo era ancora in casa e cercava di cancellare le tracce dell’aggressione avvenuta con il lancio di oggetti domestici.

I Carabinieri hanno bloccato l’uomo e ricostruito gli anni di violenze e minacce tramite le accurate denunce delle due donne la cui sopportazione era giunta al limite.

Al termine degli accertamenti, C. P., 66enne di San Giovanni a Piro è stato arrestato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia continuati e lesioni personali. Ha passato la notte presso le camere di sicurezza della Compagnia di Sapri in attesa del rito direttissimo.

– Claudia Monaco –

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*