Sono migliorate le condizioni di G.A., il 23enne di nazionalità rumena residente a Sala Consilina ricoverato ieri mattina in gravissime condizioni presso il reparto grandi ustionati dell’ospedale di Brindisi con ustioni sul trentacinque per cento del corpo.

I medici, nella serata di ieri, hanno sciolto la prognosi e il giovane ne avrà per sessanta giorni. G.A., probabilmente insieme ad altri complici, stava tentando di mettere a segno un furto di rame che avrebbe dovuto asportare da alcuni cavi collegati alla rete elettrica. Qualcosa è andato storto però ed il 23enne è stato investito da una fiammata. Successivamente è stato abbandonato davanti all’ingresso del pronto soccorso dell’ospedale “Luigi Curto” di Polla. A scaricarlo dall’auto, per poi darsi alla fuga, sono state due persone, probabilmente i complici, che poi si sono allontanate in tutta fretta a bordo di un’auto.

Immediatamente sono partite le indagini da parte dei Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina agli ordini del capitano Emanuele Corda. Ieri pomeriggio sono stati fermati e identificati due giovani, anch’essi di nazionalità rumena rilasciati poi in serata. G.A. vive da diversi anni a Sala Consilina. I militari dell’Arma, intanto, per vederci chiaro e ricostruire l’accaduto stanno anche ascoltando i familiari e diversi amici del ragazzo.

– Erminio Cioffi –


  • Articolo correlato

08/09/2014 – Polla: 23enne residente a Sala Consilina abbandonato con gravi ustioni all’ingresso del Pronto Soccorso


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano