In un’interrogazione al Presidente della Giunta Regionale della Campania Stefano Caldoro, il Consigliere Regionale Donato Pica chiede chiarimenti su quali provvedimenti siano stati assunti al fine di consentire il completamento dei lavori della rete di diffusione del metano nel territorio del Cilento.

“Ancora una volta – sottolinea Pica – la scarsa attenzione della Giunta regionale alle aree della provincia di Salerno rischia di fare perdere al territorio cilentano un prezioso finanziamento, a valere sui fondi strutturali Ue, che rende finalmente possibile la realizzazione in diversi comuni del Cilento, interno e costiero, della rete di distribuzione del gas metano: un intervento che presenta notevoli potenzialità per i positivi risvolti sociali, economici ed occupazionali. Eppure, nonostante la disponibilità di progetti immediatamente cantierabili, condivisi dai Comuni nell’ambito dei rispettivi piani d’azione per l’energia sostenibile promossi dall’Unione Europea (Patto dei  Sindaci) e le sollecitazioni per l’utilizzo dei fondi europei pervenute alla Regione Campania non solo dagli Enti Locali ma anche dalle parti sociali, siamo costretti a constatare  il protrarsi di un inaccettabile immobilismo istituzionale che incide negativamente sulle prospettive di crescita dell’area cilentana”.

“La necessità – ha aggiunto Pica –  di procedere urgentemente alla cantierizzazione della rete di diffusione del metano era già stata evidenziata al Presidente Caldoro in una mia precedente interrogazione del 26 luglio dello scorso anno ma, niente sembra purtroppo essersi mosso”.

“Un bell’esempio – ha concluso – di come funziona la macchina amministrativa della Regione guidata dal centrodestra di Caldoro, incapace di guardare con equilibrio a tutte le aree della Campania e, soprattutto, a quelle in attesa da anni di importanti e non più rinviabili interventi di infrastrutturazione”.

– redazione –


 

 

Commenti chiusi