Approvata a maggioranza in Commissione regionale della Campania la risoluzione per ridurre le tasse per le imprese delle aree interne. Il Presidente della III Commissione speciale Aree Interne, Michele Cammarano, ne ha illustrato il contenuto a epilogo dei lavori della commissione.

“Una fiscalità di vantaggio per le aree interne. L’obiettivo – annuncia Cammarano – è rendere questi territori attrattori di nuove imprese, favorendo nuove opportunità occupazionali, in particolar modo per i giovani, così da contrastare il fenomeno, atavico, dello spopolamento. Al contempo, rilanciamo aree che hanno potenzialità elevatissime per tradizione e storia, rendendole motore e volano per lo sviluppo della Campania”.

“Appare evidente – prosegue Cammarano – che l’azione più incisiva per contrastare lo spopolamento e rilanciare queste aree debba contemplare agevolazioni fiscali che favoriscano il mantenimento e la crescita di attività produttive. Una qualunque impresa localizzata in zone di montagna o comunque difficilmente raggiungibili, con le evidenti criticità legate anche al trasporto di prodotti e al disagio per gli spostamenti dei dipendenti, non può pagare le stesse imposte di un’azienda situata in zone più accessibili. Con questo atto – conclude il presidente della Commissione speciale Aree Interne – impegniamo la Giunta regionale a chiedere al Governo nazionale di prevedere una misura specifica che preveda una fiscalità di vantaggio per le aree interne e periferiche, con l’obiettivo, tra gli altri, di ridurre le diseguaglianze territoriali”.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano