Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ha firmato le ordinanze sugli esami di Stato del Primo e del Secondo ciclo di istruzione e sulle modalità di nomina e costituzione delle Commissioni.

Le ordinanze definiscono gli esami di giugno tenendo conto dell’emergenza sanitaria e del suo impatto sulla vita scolastica e del Paese.

Sia per il Primo che per il Secondo ciclo l’esame avrà una prova orale in presenza che partirà dalla discussione di un elaborato il cui argomento sarà assegnato alle studentesse e agli studenti dal Consiglio di classe nei mesi che precedono l’esame.

La sessione d’Esame avrà inizio il prossimo 16 giugno alle ore 8.30. La Commissione sarà interna mentre il Presidente esterno.

Nella Scuola secondaria di Secondo grado l’elaborato riguarderà le discipline caratterizzanti l’indirizzo di studi. Il Ministero ha reso disponibile un’apposita pagina web con tutti i materiali dedicati agli esami di Stato.

In particolare, per il Secondo ciclo, sono allegate le tabelle di conversione del credito scolastico per il terzo e quarto anno e per l’assegnazione del credito del quinto anno, le discipline caratterizzanti per ciascun indirizzo di studi, la griglia di valutazione della prova orale.

Una volta discusso l’elaborato si inizierà il vero e proprio colloquio orale che durerà circa un’ora. Il credito scolastico accumulato sarà massimo di 60 punti in base al triennio: fino a 18 per la classe terza, fino a 20 per la classe quarta e fino a 22 per la classe quinta. Con l’orale verranno assegnati i restanti 40 punti, con valutazione finale in centesimi e possibile lode. Saranno esaminati massimo 5 studenti al giorno.

Le ordinanze contengono, inoltre, particolari disposizioni dedicate alle alunne e agli alunni con disabilità, con disturbi specifici dell’apprendimento e con altri bisogni educativi speciali.

Nelle prossime settimane sarà poi definito un apposito protocollo di sicurezza per gli esami che sarà condiviso con le organizzazioni sindacali.

– Claudia Monaco –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*