Oggi il Comando Compagnia Carabinieri di Eboli, agli ordini del Capitano Luca Geminale, ha consegnato circa 1500 mascherine al Comune di Eboli che, con l’ausilio del personale della Protezione Civile e della Croce Rossa, si occuperà di distribuirle ai cittadini che versano in condizioni di bisogno e ne facciano richiesta.

Le mascherine il 18 marzo scorso sono state sequestrate dai militari durante i servizi preventivi finalizzati al rispetto delle misure di contenimento per il Covid-19 e delle norme sulla vendita del materiale ritenuto indispensabile, visto lo stato di necessità. In particolare, in un locale esercizio commerciale, i Carabinieri hanno accertato la vendita di mascherine del tipo ffp2 ad un prezzo eccessivamente oneroso rispetto all’effettivo valore di mercato. Inoltre, dopo il sequestro, i successivi accertamenti hanno permesso di scoprire che le mascherine riportavano un marchio CE non autentico.

D’intesa con l’Autorità Giudiziaria, i dispositivi sono stati sottoposti ad una perizia tecnica eseguita con l’ausilio del Dipartimento di Prevenzione e Protezione dell’Asl di Salerno, dalla quale è emerso che, pur non essendo utilizzabili in campo sanitario, potevano essere comunque destinate all’utilizzo della popolazione civile ai sensi delle norme vigenti.

Pertanto, dopo il provvedimento di dissequestro dell’Autorità Giudiziaria e previa autorizzazione, la Compagnia Carabinieri ha provveduto alla loro assegnazione al Comune, che già dispone dei previsti canali di distribuzione ai cittadini bisognosi.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*