La UIL FPL denuncia il mancato pagamento delle spettanze ai dipendenti dell’Azienda Sanitaria Locale di Potenza. Nonostante sia trascorso molto tempo dalla loro maturazione e nonostante le numerose segnalazioni, l’Azienda Sanitaria non ha ancora provveduto al pagamento della produttività 2020, delle Attività Libero Professionali (ALPI) svolte dal personale nei centri vaccinali e in ultimo della PEO 2021 (Progressione Economica Orizzontale).

Adesso basta! Il ritardo accumulato non ha alcuna giustificazione, non può essere attribuito che all’inerzia di chi avrebbe dovuto avviare i procedimenti e porre in essere gli atti necessari alla sua esecuzione – dichiara il sindacato – Senza entrare troppo nel merito di colpe o responsabilità, non è tollerabile che a pagare le inerzie altrui siano sempre e comunque i lavoratori che, già privati da anni del diritto a vedersi rinnovato il Ccnl, pur assolvendo con abnegazione e impegno ai loro doveri di dipendenti, si vedono lesi persino a livello di aziende dove invece tutto dovrebbe procedere con speditezza e sollecitudine”.

Alla luce delle ripetute segnalazioni e richieste di pagamento che a nulla sono valse, UIL FPL, al fine di rimuovere quanto prima le eventuali cause ostative, farà costituire in giudizio i propri iscritti attivandosi con i decreti ingiuntivi. “A quanto pare solo in questo modo i lavoratori potranno ricevere il pagamento di quanto dovuto: Produttività e ALPI”.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano