In seguito alle piogge alluvionali che si stanno abbattendo in questi giorni nel Vallo di Diano, la Comunità Montana chiede lo stato di calamità naturale.

“L’intero territorio è stato interessato da eventi piovosi a carattere eccezionale che hanno determinato  allagamenti diffusi in tutta la piana con danni ingenti alle colture in atto, alle strade interpoderali e alle opere pubbliche di bonifica – dichiara il presidente Raffaele Accetta – Inoltre, le abbondanti piogge hanno dato luogo a diffusi fenomeni di dissesto idrogeologico, con smottamenti, frane superficiali e dilavamenti in aree pedemontane e montane del territorio”.

Il presidente Accetta, pertanto, chiede di “attivare con la massima urgenza le procedure per il riconoscimento dello stato di calamità naturale” evidenziando che “la situazione geenrale, già molto grave, rischia di diventare particolarmente drammatica sele piogge alluvionali non cesseranno, così come avvertito anche dai vari Comuni e dal Consorzio di Bonifica”.

Continua, intanto, lo stato di allerta per per il Tanagro: le piogge abbondanti, infatti, hanno fatto innalzare oltre la soglia di guardia il livello del fiume. Già nella giornata di ieri, si sono verificati forti disagi con allagamenti e la chiusura al traffico di diverse strade del comprensorio. In particolare, un punto dell’argine in località Ponte Cappuccini ha ceduto ed un anziano, a Sant’Arsenio, è rimasto intrappolato nella sua auto quasi sommersa dall’acqua.
Al momento il fiume Tanagro viene monitorato costantemente anche per le continue precipitazioni piovose che, da diverse ore, si stanno registrando.

Il fiume Sele ha rotto gli argini, nella zona di Capaccio. L’acqua ha allagato le campagne e il sindaco Italo Voza ha emanato un’ordinanza immediata di sgombero che interessa almento duecento famiglie. Allagati anche due allevamenti bufalini, i cui capi di bestiame sono stati comunque messi in salvo. Chiuso da questa mattina un asilo comunale che sorge nei pressi del corso del fiume, mentre per le famiglie sgomberate l’amministrazione ha messo a disposizione una palestra comunale.

Le previsioni meteo per le prossime non sono incoraggianti. Per questa sera è previsto un leggero miglioramento, ma dalla serata di domani è previsto un peggioramento, con temperature in diminuzione e, tra sabato e domenica, deboli nevicate oltre i 500 metri.

 

  • Aggiornamento ore 18:00 – Continua lo stato di allerta anche nel comune di Auletta. In particolare, viene costantemente monitorato dalla Protezione Civile e dai Vigili del Fuoco il livello del fiume Tanagro all’altezza della contrada Ponte. Preoccupazione, infatti, è stata espressa dai cittadini che vivono in quella zona, dove la piena ha causato l’inondazione di alcuni terreni e allagato una parte di piani interrati. Mentre, nel vicino comune di Pertosa, nonostante l’innalzamento del livello del fiume, la situazione è sotto controllo e non desta particolari preoccupazioni.

 

– Francesca Caggiano –

 


 

Commenti chiusi