Addio a Giuseppe Gallotti, sindaco di Casaletto Spartano negli anni ’60 e ’70, eletto ad appena 21 anni, quando allora era la maggiore età. E’ morto mercoledì sera a Salerno, dove viveva da molti anni.

Si è spento a 74 anni tra il dolore dei suoi familiari, della moglie, dei figli e dei tanti amici della frazione Battaglia, dove ancora vive la madre centenaria, la baronessa Maria Amato Polito. Ex funzionario Enpi, è stato sindaco di Casaletto Spartano tra il 1964 e il 1979. Da tutti chiamato don Giuseppe Gallotti, fece notizia in quegli anni per essere il più giovane sindaco eletto in Italia, appena maggiorenne.

Sia durante il suo impegno politico che negli anni a venire, è sempre stato fortemente legato al suo territorio”, lo ha ricordato in una lettera l’attuale primo cittadino di Casaletto Giacomo Scannelli, che a nome di tutta la comunità ha ricordato “l’uomo garbato e gentile che ha dato se stesso per favorire la crescita del territorio, mettendo sempre al primo posto le esigenze della cittadinanza”.

Ogni volta che tornava in paese – ha scritto Scannelli – chiedeva e osservava per assicurarsi che il suo amato territorio vivesse con serenità”.

Lo scorso aprile Giuseppe ha festeggiato a Palazzo Gallotti i 100 anni della madre, insieme ai fratelli Prosperina, Carla e Mario. I funerali si terranno questa mattina alle 11:00 nella chiesa Santa Maria delle Grazie a Battaglia.

– Marianna Vallone –

Un commento

  1. Pasquale IUmberto says:

    Sentite condoglianze da parte mia e della mia famiglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano