“Sul piano generale il dato che emerge più netto è quello della frammentazione. Ne fa le spese soprattutto il centrodestra, basta guardare Sarno. Un dato preoccupante su cui dobbiamo riflettere, anche in vista delle elezioni regionali del prossimo anno”. Queste le parole di Luigi Cobellis, capogruppo UDC in Regione Campania, a commento dei ballottaggi alle elezioni amministrative.

“Voglio anzitutto ringraziare Antonio Crescenzo e tutti coloro che hanno contribuito alla nostra campagna perché hanno fatto un ottimo lavoro” – ha detto Cobellis che poi ha aggiunto – “È chiaro che a Sarno il centrodestra ha pagato le sue divisioni: il primo turno resta la cartina di tornasole di questa elezione con tre candidati in corsa. Al ballottaggio, in spregio ad ogni buon senso, i candidati esclusi hanno deciso di non appoggiare l’UDC e provocare in questo modo la vittoria del centrosinistra. Della serie “muoia Sansone con tutti i filistei”.

“All’interno del centrodestra hanno prevalso le pulsioni sfasciste e gli istinti egoistici di Fratelli d’Italia mentre Forza Italia si è spesa con generosità e coerenza. Purtroppo ci ritroviamo a pagare tutti per l’errore di uno” – ha detto Cobellis – “Il caso Sarno è esemplare per una riflessione più ampia sulla coalizione di centrodestra in provincia di Salerno e deve metterci in guardia in vista delle elezion regionali del prossimo anno. In queste condizioni non si può pensare di costruire una alleanza seria, solida e convincente”.

– redazione –


 

Commenti chiusi