“Abbiamo assistito all’ennesimo atto di arroganza istituzionale da parte del centrodestra che sostiene il Presidente Caldoro. Ricorrendo al voto di fiducia per l’approvazione del collegato alla legge finanziaria regionale, che da Statuto è possibile solo per materie strettamente attinenti alla manovra finanziaria, e, quindi, eludendo il dibattito in aula e la discussione sugli emendamenti, si è inteso fare passare un provvedimento omnibus che contiene interventi in tutti i settori e su materie ordinarie”, è quanto dichiara, tramite una nota stampa, il Consigliere Regionale del Pd Donato Pica. “In questo modo – evidenzia – si annullano i compiti e le funzioni legislative normalmente ricadenti nelle competenze del Consiglio Regionale e delle Commissioni Consiliari”.

“Occorrerà valutare – continua Pica – nelle sedi giudiziarie competenti le eventuali violazioni di legge e statutarie che a nostro giudizio sono state commesse. E’ stato approvato un provvedimento sbagliato nella forma e nella sostanza, intervenendo in materie delicatissime come la legge elettorale regionale, il servizio idrico integrato, il piano casa con relativi condoni, senza contare gli immancabili contributi a pioggia. Certamente – conclude Pica –  sarà necessario un esame del provvedimento da parte della Corte Costituzionale e di tutti gli altri organismi competenti in materia, non escludendo il Tribunale Amministrativo Regionale”.

– redazione –


 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano