Ha fatto ritorno, come ogni anno, nel Vallo di Diano la cicogna bianca.

L’esemplare, per il 26esimo anno consecutivo, è stato avvistato in località Termini a Sala Consilina, ai confini con Teggiano. Un segnale, inoltre, dell’imminente arrivo della stagione primaverile.

Ad arrivare per primo è il maschio che prepara il nido sui tralicci della linea elettrica e lo rende accogliente in attesa della femmina che giungerà nelle prossime settimane per deporre le uova.

Aggraziate, simbolo di fertilità e prosperità, le cicogne tornano nel Vallo di Diano ormai da decenni. Quello di Sala Consilina è l’unico caso in Italia che vede un ritorno consecutivo.

L’arrivo dello spettacolare uccello è stato immortalato da Cono Cimino, socio onorario di Ataps Tutela Ambientale Onlus insieme al signor Gaetano Esposito.

I volontari dell’ATAPS ormai da anni sono impegnati nel monitorare la presenza della cicogna bianca nel Vallo di Diano e a tutelarla. Inoltre, grazie ad un progetto della Riserva di Foce Sele-Tanagro, dell’associazione ATAPS Tutela Ambientale Onlus di Sala Consilina e delle sezioni LIPU di Rende e di Salerno, lo scorso anno sono state collocate sui tralicci sei piattaforme programmate per permettere alla cicogna di nidificare vicino al suo nido.

Uno spettacolo della vita che anche quest’anno si è rinnovato.

– Claudia Monaco –

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*