Il ministro degli Affari Esteri, Luigi Di Maio, ha ricevuto una minaccia da parte dello Stato Islamico. Nel settimanale “Al Naba”, legato ad un’organizzazione jihadista “Daesh”, sono state scritte frasi intimidatorie sulla conquista di Roma e riferimenti al ministro degli Esteri.

Non è la prima volta che Di Maio viene minacciato dagli estremisti jihadisti, in questo caso la faccenda sembra ancora più pericolosa. Al contrario del luglio scorso, questa volta i mujahidin hanno pubblicato anche una foto del ministro.

Un atto gravissimo che non colpisce solo Luigi Di Maio, ma la democrazia di questo Paese. Massima vicinanza al ministro degli Esteri, che, forte del lavoro finora svolto per il Paese, certamente non si farà intimidire da queste azioni deprecabili”. Così la deputata del Movimento 5 Stelle Anna Bilotti ha espresso le parole di conforto al titolare della Farnesina. “L’aspetto ancora più inquietante di questa vicenda è che per la prima volta viene diffusa anche la fotografia di Di Maio, ritratto nella plenaria del vertice della coalizione anti-Daesh del giugno scorso nella Capitale, accanto al segretario di Stato Usa Antony Blinken – continua Bilotti – Non è possibile tollerare situazioni come queste che ci inducono a continuare, con ancora maggiore impegno e convincimento, nel nostro percorso”.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano