Fin dal primo momento non ci ha convinto la falsa notizia”catastrofica” messa in circolazione sulla chiusura della sede dell’ENEL di Sala Consilina.

Per vederci chiaro invece di basarci sul sentito dire abbiamo scelto di percorrere la via più breve, più semplice e più efficace, quelle via suggerita dal detto: “Domandare è lecito, rispondere è cortesia”.  

La via scelta è stata quella di chiedere direttamente tramite email a Enel Distribuzione se la cosa fosse vera o meno.

Lunedì nel pomeriggio al sottoscritto è arrivata una telefonata da parte dell’addetto stampa di ENEL che prima a voce e poi nero su bianco ha smentito categoricamente la notizia sulla chiusura della sede e sulle conseguenze negative nei confronti dei dipendenti in servizio a Sala Consilina e dell’utenza.

Ieri abbiamo pubblicato la smentita di Enel Distribuzione e oggi anche l’on. Simone Valiante ha dato ulteriore conferma alla nostra notizia pubblicando la risposta ricevuta dal responsabile relazioni esterne di ENEL dott. Napoleone Cera “che – scrive Valiante – ringrazio per la tempestività e la sensibilità mostrata sulla vicenda, mi ha informato che il piano di riorganizzazione previsto da Enel Distribuzione non comporta tagli al personale e non avrà ripercussioni sulla qualità del servizio elettrico offerto alla clientela nel territorio salernitano e che i cambiamenti, definiti nell’ambito di un piano nazionale presentato nei giorni scorsi ai sindacati, mirano esclusivamente a rendere più razionale ed efficiente l’organizzazione interna aziendale, senza alcuna ripercussione negativa verso l’esterno. Non verranno, pertanto, modificate le attività operative del personale e restano confermate le sedi di Sala Consilina e Sapri, con i rispettivi tecnici e operai in servizio che continueranno ad operare, in maniera integrata, sui territori di competenza. Viene garantita anche autonomia finanziaria amministrativa alle sedi di Sala Consilina e Sapri. Alla luce di queste considerazioni – dichiara Valiante – ritengo pertanto di poter esprimere soddisfazione e rassicurare sia gli addetti ai lavori che a tutti i cittadini coinvolti dagli effetti di questa trasformazione, rinnovando il mio impegno a lavorare per vigilare affinché vengano rispettate le disposizioni previste da parte di Enel e a difesa degli interessi di un territorio, quello del basso salernitano, che già tanto sta subendo in termini di riduzione di servizi che vengono erogati a cittadini ed imprese”.

– Erminio Cioffi –


– Articolo correlato –


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.