Luigi Morello non è più“. Questa frase rimbomba oggi nella mente e nel cuore di tanti valdianesi che ricevono, attoniti, la notizia della morte del Capo Distaccamento dei Vigili del Fuoco di Sala Consilina. Il Comandante Morello, tra i personaggi simbolo di Teggiano, è stato sconfitto dal Coronavirus a cui era risultato positivo qualche giorno fa, prima della corsa all’ospedale di Scafati dove stamattina il suo cuore ha smesso di battere.

Eppure era un cuore impavido quello di Luigi Morello. Che non si fermava davanti a un incendio né a tutte le altre difficoltà che il suo lavoro gli poneva sul cammino. Un cuore grande, perchè il Comandante Morello era pronto sempre ad aiutare tutti, a regalare un consiglio a tutti. Anche a chi scrive.

Non c’è un giornalista del territorio che non abbia avuto l’onore di trovarsi di fronte alla professionalità e alla signorilità di Luigi Morello. Che non voleva essere chiamato “Comandante”, ma che con gentilezza e garbo rispettava la nostra professione e ci permetteva di stimare la sua ancor più di quanto già non capiti solitamente nei riguardi dell’apprezzato Corpo dei Vigili del Fuoco.

“Luigi Morello non è più”. E non è più per colpa di un nemico che non riusciamo a vedere, che non riusciamo a domare. Non è morto tra le fiamme che tante volte ha sfidato, ma in un letto d’ospedale, vinto da un virus che oggi sicuramente odieremo molto più di ieri.

La sua vita sarà però un esempio per tutti. Di coraggio, di altruismo, di rispetto. Chi ha avuto la fortuna di essergli amico e di ricevere i suoi consigli lo porterà nel cuore per sempre.

Alla moglie e alle figlie giunga affettuoso il cordoglio e la vicinanza della nostra redazione. Al fratello Alessandro, Caposquadra dei Vigili del Fuoco dello stesso Distaccamento, e ai colleghi della caserma di Sala Consilina la forza di proseguire nella loro missione pensando che Luigi li guarderà dall’alto.

Arrivederci, Luigi, uomo tenace, coraggioso, vero amico di tutti noi.

– Chiara Di Miele –


  • Articolo correlato:

24/3/2020 – Coronavirus. Non ce l’ha fatta Luigi Morello, Capo Distaccamento dei Vigili del Fuoco di Sala Consilina

7 Commenti

  1. Giuseppe D'Alto says:

    Non ci è stato possibile salutarlo come meritava, non abbiamo potuto mostrare solidarietà e vicinanza alla famiglia, credo che l’unico vero atto di riconoscenza verso il Comandante Luigi sia l’intitolazione in suo nome del distaccamento dei vigili del fuoco di Sala Consilina. A tal proposito chiedo a Voi organi di stampa di valutare ogni possibile iniziativa in tal senso.

  2. Le mie sentite condoglianze alla famiglia di
    quest’uomo che faceva parte di un corpo che è sempre in prima linea i vigili del fuoco un abbraccio

  3. Michele Falabella says:

    Non mi resta che confermare quanti hanno espresso parole di stima nei confronti del comandante della stazione VVV Ddi Sala Consilina che io ho avuto modo di conoscerlo per qualche problema inerenti la sua competenza in materia, persona gentile, cortese , disponibile, per la sua immatura scomparsa mi associo alla sua adorata famiglia ed al corpo dei Vigili del fuoco ai quali tutti faccio le mie più sincere condoglianze.

  4. Antonio Cantelmi says:

    Il vallo perde un grande. Ciao Luigi. Mi unisco al dolore della tua famiglia.

  5. Donato cafaro says:

    Ciao luigi, tu che mi conosci sai che difficilmente esterno sentimenti e rabbia sui social, ma questa volta ho il dovere di farlo per confermare e far sapere a tutti che grande uomo ha perso la nostra comunità. Non più di un mese fa sei corso in ospedale per dimostrarmi la tua amicizia, consolarmi e darmi forza. Io nel vederti mi sono subito chiesto…..
    Ma Luigi che ci fa qui con tante cose che ha da fare?
    Poi mi hai abbracciato e sussurrato nell’orecchio… Non ti preoccupare andrà tutto bene. Allora ho capito che avevi capito che avevo bisogno del tuo conforto. GRAZIE.
    Così è stato, tutto è andato bene e oggi io mi chiedo ma perché a te non è andato tutto bene?
    Stanotte mi chiedo ma perché proprio a te?
    La solita risposta stupida ed incomprensibile sopratutto per me. Il signore chiama a sé i migliori.
    Mha… Io mi sono un po’ stancato.
    Cosa ne sarà di questo mondo senza persone buone, altruista, coraggiose, oneste, capaci?
    Come può questo mondo combattere e difendersi dalle carogne, dai malfattori, dai furbi, dagli evasori… e mi fermo qui.

    Noi con una piccola associazione da anni abbiamo iniziato un percorso di sensibilizzazione dei ragazzi sulla tematica stradale e sul valore della vita. Bastava una chiamata o un wotzapp anche improvviso per chiederti….. Ciao Luigi stiamo organizzando un evento fra qualche giorno. Puoi venire?
    La tua risposta io neanche la leggevo.
    Era una presenza certa…. o in servizio…. o ti prendevi un permesso..
    Ma eri sempre presente.
    I tuoi interventi ci facevano piangere e i ragazzi erano provati dai tuoi racconti.
    Sono sicuro… con i tuoi racconti hai salvato altre vite.
    Sei stato un angelo in terra e lo sarai anche tra i cieli.
    Grazie luigi, grande uomo.
    Ed ancora ricordo quando mi parlavi delle tue figlie, i tuoi occhi si illuminavano il tuo parlare era orgoglioso e fiero, subito si capiva l’amore che avevi per loro e che grande PAPÀ TU SEI E SARAI PER LORO.
    Ora mi chiedo ma perché?
    Luigi io voglio darmi una risposta e la voglio dare ai tuoi cari perché noi per sopravvivere al dolore dobbiamo darci delle risposte.
    Sono sicure che lassù avevano bisogno di TE.
    Dal cielo potrai guidare meglio i nostri figli e aiutare tutti noi a combattere per un mondo migliore.
    Salutaci i nostri cari
    CIAO LUIGI AMICO MIO

  6. Pietro Cusati says:

    L’ Associazione Giornalisti Amici del Vallo di Diano
    Esprime affettuose condoglianze alla moglie ,alle due figlie,al fratello , ai familiari tutti e ai colleghi, per la scomparsa del caro Luigi Morello ,Comandante del distaccamento dei Vigili del fuoco di Sala Consilina. Un esempio di altruismo e di rispetto per tutti.

  7. DOMENICO says:

    Il migliore

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*