E’ stato un fine settimana importante per le comunità di Sassano e Teggiano in Toscana. Infatti, grazie all’impegno profuso dal Comitato festa Vallo di Diano e Sud Italia di San Giuliano Terme, in provincia di Pisa, è stata festeggiata la solennità dei Santi protettori dei due paesi valdianesi, San Giovanni Battista, patrono di Sassano, e San Cono, patrono di Teggiano.

I membri del sodalizio, Franco Di Sarli, Giovanni D’Onza e Michele D’Elia, hanno organizzato alla perfezione la cerimonia toscana per omaggiare solennemente le due sante figure venerate non solo da sassanesi e teggianesi residenti nel Vallo di Diano, ma anche da chi, per motivi di lavoro, negli anni ha spostato la propria residenza in Toscana. Ospiti dei valdianesi a San Giuliano Terme il vicesindaco di Sassano Antonio D’Amato e il sindaco di Teggiano Michele Di Candia che hanno preso parte sabato sera alla cena di benvenuto con il primo cittadino Sergio Di Maio, mentre nella giornata di ieri, dopo aver visitato le bellezze architettoniche del centro cittadino, hanno partecipato al pranzo di festa a cui hanno fatto seguito la benedizione sacerdotale e lo scambio dei doni tra i tre comuni. Dal Vallo di Diano, invece, hanno raggiunto telefonicamente i concittadini in Toscana il sindaco di Sassano Tommaso Pellegrino, il parroco, don Otello Russo, e il Presidente della Comunità Montana Vallo di Diano Raffaele Accetta.

E’ stata una bella giornata – ha dichiarato soddisfatto Antonio D’Amato – Sassano continua sempre a tenere i propri emigranti per mano facendo sentire il calore del popolo sassanese in tutto il mondo. I ponti identitari che rafforzano le nostre origini e la nostra cultura sono stati sempre elementi costitutivi dell’Amministrazione del Sindaco Pellegrino. Aspettiamo tutti i nostri concittadini per il nostro appuntamento annuale della festa dell’emigrante il prossimo 17 agosto, sarà un modo per ringraziarli personalmente per come portano avanti il nome del Comune di Sassano fuori dai confini geografici“.

I nostri compaesani in Toscana hanno lanciato un appello: – spiega il sindaco Di Candia – incontrare i sindaci del Vallo di Diano e creare una sinergia tra il loro attaccamento al paese natìo e le istituzioni, oltre ad un indotto che faccia in modo che i giovani non lascino i loro paesi e insieme si formi una rete di sviluppo. Li ringrazio perchè è emozionante incontrare i nostri concittadini che hanno lasciato la propria terra per realizzarsi altrove non tralasciando mai l’attenzione per Teggiano“.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*