peccati di golaLa pasticceria “Peccati di gola” dei fratelli Tropiano, a Silla di Sassano,  offre da anni ai suoi clienti una produzione dolce e salata di alta qualità, con un vasto assortimento. Torte, pasticcini e rustici per festeggiare qualsiasi ricorrenza e soddisfare tutti i palati con le delizie create dal pasticciere Cono Tropiano, che ci ha parlato della sua “dolce attività”.

D. – Come nasce in lei la passione per l’arte della pasticceria?

R. – “Fin da quando avevo 10 anni ho nutrito questa passione. I miei avevano un panificio e dopo la scuola mi divertivo a sperimentare. Così, quando ho capito che sarebbe diventato il mio lavoro, mi sono specializzato, frequentando scuole e corsi del settore, tra cui l’Istituto Professionale “Arte Bianca” di Torino. Dopo gli studi ho aperto ad Asti una mia pasticceria, ma la mia terra mi richiamava e così sono ritornato nel Vallo di Diano e nel 2003 ho aperto “Peccati di gola”, insieme a mio fratello Franco”

D. – Quali sono le principali qualità e caratteristiche che deve avere un dolce per risultare buono?

R. – “Un dolce per essere buono deve innanzitutto essere preparato utilizzando materie prime di alta qualità, come il burro, la panna fresca, il cioccolato puro o la nocciola delle Langhe. Mai servirsi di prodotti surrogati delle materie prime, come può essere la margarina ad esempio. Poi, ovviamente, è necessaria la bravura del pasticciere durante la lavorazione e la preparazione”

D. – Cosa consiglierebbe ad un giovane che vuole intraprendere questo mestiere?

R. – “Il mio è un mestiere molto creativo, che dà tante soddisfazioni. Purtroppo bisogna sacrificarsi molto, perché per noi non esistono, ad esempio, i giorni di festa. Noi pasticcieri lavoriamo di più mentre gli altri festeggiano. Quindi io consiglierei ai giovani di sapersi abituare ai sacrifici che questo mestiere comporta, perché con l’impegno giusto tutto è fattibile”

D. – Come vede l’avvento del “cake design”?

R. – “Il “cake design” è arrivato in Italia dagli USA già da vari anni. Anche nella pasticceria “Peccati di gola” lavoriamo molto su queste creazioni che ormai vanno di moda per qualsiasi festa, dal matrimonio ai compleanni, e poi perché facilmente si possono ricreare personaggi richiesti dai bambini, come quelli Disney, o più attuali come Peppa Pig. Il mondo della pasticceria in un certo senso si è rivoluzionato, anche se ancora esiste la pasticceria tradizionale, perché molti non accettano i dolci troppo zuccherati come quelli del “cake design”

D. – Qual è il suo dolce preferito?

R. – “Mi risulta difficile dire qual è il mio preferito. Mi piacciono molto le nuove tipologie, tipo mousse e dolci cremosi, ma non disdegno affatto i dolci tradizionali delle festività. Se dovessi scegliere tra tutti propenderei, da campano, per la pastiera di grano”.

 – Chiara Di Miele – 


 

– messaggio promozionale –


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*