Continua con successo la carriera dell’attore Andrea Di Maria, originario di Sala Consilina.

Dopo la sua partecipazione alla fiction “Il sindaco Pescatore”, nei panni di Antonio Vassallo, il figlio del sindaco di Pollica ucciso 6 anni fa, ieri sera Di Maria ha conquistato il pubblico di Rai 1 con la partecipazione alla fiction “Lampedusa”, interpretando il sottocapo Cannavacciuolo della Guardia Costiera.

La miniserie, diretta da Marco Pontecorvo, vede come protagonisti principali Claudio Amendola, nei panni del coraggioso Maresciallo Serra, Comandante della Guardia costiera impegnato nella gestione degli sbarchi sull’isola siciliana, e Carolina Crescentini in quelli della volontaria Viola, responsabile di un centro di prima accoglienza.

Il tema della fiction – che nella puntata andata in onda ieri sera ha avuto oltre 4 milioni di telespettatori – è fortemente attuale: il dramma dell’immigrazione, con lo sbarco, i primi soccorsi e il trasporto nei centri di accoglienza, scene di disperazione che diventano, purtroppo, l’argomento del giorno su tutti i media.

Andrea Di Maria, dopo il grande cinema di Ermanno Olmi (il film “Torneranno i prati” ha vinto il Globo d’oro come miglior film, assegnato dalla stampa estera), è diventato ormai un volto noto del piccolo schermo.

Cinema e teatro, ma non solo: Di Maria spopola sul web con “Casa Surace”, la società di comunicazione che ha unito Napoli e Sala Consilina e che, con i suoi video virali, diventa ogni giorno più conosciuta ed apprezzata.

– Filomena Chiappardo –


 


 

3 Commenti

  1. Alcune grosse baggianate:
    1 la barca che esplode. Un motore diesel non prende fuoco con una scintilla e non esplode, solo nei film succede;
    2 Sono stato comandante di motovedette e comandante in 2^ in missione a Lampedusa e mi litavo ad uscire in mare per fronteggiare, nel 1994, l’immigrazione clandestina non potevo fare tutto come fa capire Amendola, prima perché si doveva riposare dopo il turno in mare, secondo perché presenziare in obitorio e centro accoglienza età compito delle prime donne: Ufficiali superiori;

    • Cart e tre says:

      Tra l altro la Marina nn dovrebbe fare il servizio di Scafisti ..ne favorire l immigrazione CLANDESTINA
      C’è poco da imparare da questa miniserie di REGIME!!!

  2. bravo andrea..sempre più su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.