Un riconoscimento per l’attività svolta e per la qualità della produzione artistica. E’ quanto conferito ad Arturo Ianniello, 33enne artista di Teggiano, in occasione della II edizione del Premio “Mario Fiore”, organizzata a Napoli dall’Associazione nazionale Genieri e Trasmettitori d’Italia.

Si tratta di un’onorificenza attribuita a varie personalità che si sono particolarmente distinte per l’attività svolta, in particolare, nell’area territoriale di Napoli e relativa a diversi ambiti professionali, tra cui ricerca, giornalismo e medicina.

La commissione, composta tra gli altri, dal prof. Giovanni Brancaccio, dal Maestro Ernesto Tatafiore e dal Col.Antonio Piricello, al riguardo, ha deciso di conferire a Ianniello il premio per le arti figurative.

Un riconoscimento importante per lo scultore valdianese: “E’ un premio che mi rende orgoglioso – ha sottolineato – Sono onorato di essere stato scelto da una commissione così importante. Farò il possibile per crescere e farmi apprezzare sempre di più”.

Il Premio è dedicato al Maggiore Mario Fiore, uno dei 13 eroi del “solstizio”, ovvero i 13 militari italiani decorati della Medaglia al valor militare nella battaglia del Piave, combattuta nel giugno del 1918. Fiore morì in battaglia, opponendosi alle truppe austroungariche.

– Cono D’Elia –


 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano