La variante colombiana del Covid-19 è arrivata a Laurino. Sono 6 i casi concentrati nel piccolo paese degli Alburni che attualmente conta circa 10 cittadini positivi in seguito ad un focolaio scoppiato probabilmente a partire dalle persone che frequentano la locale parrocchia.

In Campania l’Unità di Crisi regionale ieri ha fatto il punto della situazione in merito al sequenziamento delle varianti del Sars-COV-2 da cui è emersa la presenza di 170 varianti inglesi, 82 varianti indiane, 36 varianti brasiliane, 6 varianti colombiane e 23 europee. I casi di “colombiana” sono localizzati dunque tutti a Laurino secondo i dati trasmessi dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno.

Ricordiamo che a Laurino alcuni cittadini che hanno contratto il virus, tra cui due suore, hanno avuto bisogno del ricovero in ospedale a causa delle complicazioni dell’infezione.

L’Istituto Zooprofilattico ora darà il via ad una serie di indagini per ricostruire i contatti delle persone positive e comprendere come abbiano potuto contrarre la variante colombiana. Da precisare che le tracce di quest’ultima sono state rilevate su vecchi tamponi fatti in paese e che attualmente non si registrano nuovi casi di positività. Ad oggi il paese è in Zona Bianca come il resto della regione dopo aver attraversato un momento particolarmente duro e aver subito una serie di restrizioni e chiusure.

Un campione simile a quello di Laurino è stato riscontrato finora soltanto in provincia di Udine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*