La storia di Filippo Gagliardi, magnate di Montesano sulla Marcellana che fece fortuna in America, tra i protagonisti dello Speciale TG5 dal titolo “L’amico americano” interamente dedicato al lungo rapporto di amicizia tra italiani e americani.

Il montesanese Gagliardi, noto come Don Felipe, rappresenta il simbolo dell’italiano nato in una famiglia modesta ed emigrato per raggiungere un sogno di successo. A soli 15 anni partì con la nave in terza classe verso Caracas, dove fu ospitato da un parente imprenditore che aveva fatto fortuna costruendo caserme per l’esercito. Ma ben presto, essendo entrato in contrasto con lui, rientrò a Montesano. Dopo il servizio miliare, ripartì nuovamente per il Venezuela e, messosi in proprio nell’edilizia, diventò uno degli uomini d’affari più ricchi. Costruì depositi e capannoni denominando la località “Montesano” e offrì diversi contributi in opere di beneficenza.

Nel 1954 rientrò a Montesano e regalò notevoli somme di denaro ai bisognosi, alle vittime delle alluvioni nel Polesine e a Salerno, concesse mutui a diversi Comuni del Vallo di Diano, regalò case ai poveri e fece costruire edifici pubblici a sue spese, tra cui la chiesa principale di Montesano. Tra il 1954 e il 1958, durante la presidenza in Venezuela di Perez Jimenez, Filippo Gagliardi presiedette la commissione che coordinava l’adesione degli italiani alle liste elettorali. Ma quando il regime del dittatore venezuelano cadde, Gagliardi fu costretto a fuggire dal Venezuela e a tornare in Italia dove si trattenne fino al luglio del 1967.

La vicenda epica del nostro Filippo Gagliardi, la sua grandezza, la storia di Montesano, ieri ed oggi, conosciuta a livello nazionale su Canale 5. Grande orgoglio per la comunità è quanto affermato dal sindaco Giuseppe Rinaldi dopo lo speciale del TG5 andato in onda questa mattina. Per rivederlo CLICCA QUI. 

– Chiara Di Miele –

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*