Una rappresentanza della sezione di Salerno dell’Associazione Nazionale dell’Arma di Cavalleria ha donato, ieri mattina, materiale sanitario in favore del reparto di Neonatologia – Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona”.

Nello spazio verde adiacente all’Azienda ospedaliera, il presidente dell’associazione ha consegnato al Direttore del reparto, la dottoressa Maria Grazia Corbo, dei fonendoscopi neonatali che andranno a corredare la strumentazione per l’assistenza ai piccoli pazienti nati prematuramente, alcuni dei quali con quadri clinici molto particolari. La dottoressa Corbo ha espresso parole di gratitudine e riconoscenza per la donazione che, soprattutto in questo periodo di pandemia, rappresenta un grande gesto di solidarietà e un contributo concreto per poter sopperire alle esigenze dei piccoli pazienti.

La sezione di Salerno dell’associazione, composta per la maggior parte da personale dell’Esercito Italiano attualmente in servizio al Reggimento “Cavalleggeri Guide” (19°) o in quiescenza, è sempre attenta alle esigenze dei più deboli e sensibile verso chi si trova in difficoltà.

“Con l’emergenza sanitaria in corso – ha detto il presidente dell’associazione Luogotenente Michele Battistaabbiamo voluto far sentire ancora di più ai cittadini la vicinanza dell’Arma di Cavalleria. In questi mesi di pandemia, per esempio, abbiamo supportato con una donazione la Caritas di Salerno e aiutato alcuni istituti scolastici del Salernitano nella distribuzione domiciliare di personal computer per la didattica a distanza”. 

Hanno presenziato alla donazione anche il consigliere nazionale ANAC per la Campania Colonnello Carlo De Martino e il presidente dell’Associazione Volontari Ospedalieri (AVO) di Salerno Giuseppe Andreotta che hanno curato il coordinamento dell’attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano