Nella giornata dedicata alla Commemorazione dei Defunti, la Polizia di Stato di Potenza ha ricordato i suoi caduti con una cerimonia breve ma solenne, svoltasi in forma ristretta nel rispetto delle vigenti disposizioni in materia di contenimento del contagio da Covid.

Questa mattina, nell’atrio della Questura, dinanzi alla lapide intitolata ai colleghi scomparsi ed alla presenza del Vicario del Questore Rosa La Franca, del Vice Prefetto Vicario Ester Fedullo e dei familiari dei caduti, è stata deposta una corona di alloro. Alla cerimonia hanno presenziato i Presidenti delle Sezioni di Potenza e Melfi dell’ANPS con il labaro dell’Associazione ed una rappresentanza del personale della Polizia di Stato della provincia.

Durante il momento di raccoglimento e di preghiera, officiato dal Cappellano della Polizia di Stato Frate Alberto Rosciano, è stato ricordato, in particolare, il sacrificio della Guardia Scelta della Polizia Vito Zaccagnino, dell’assistente Giambattista Rosa, degli Agenti Scelti Alfonso Passannante e Francesco Tammone, deceduti nell’adempimento del dovere.

Anche a Salerno, il Vicario del Questore Pasquale Picone, alla presenza del Vice Prefetto Vicario Silvana D’Agostino, accompagnato dal Presidente dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato di Salerno, con una breve cerimonia hanno reso omaggio ai caduti di Polizia con la deposizione di una corona di alloro posta nell’atrio del Palazzo di Governo.

Dopo la benedizione e un momento di preghiera di profonda spiritualità da parte del Cappellano Provinciale della Polizia di Stato, una poliziotta ha ricordato i nomi dei valorosi colleghi che hanno sacrificato la loro vita nell’adempimento del dovere.

 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano