Oggi la Polizia di Stato festeggia il suo Santo Patrono, San Michele Arcangelo, considerato dai cristiani il più potente difensore del Popolo di Dio, del bene contro il male e proclamato Santo patrono della Polizia il 29 settembre 1949 da Papa Pio XII.










Nella splendida Cattedrale di San Gerardo a Potenza, l’Arcivescovo Metropolita di Potenza – Marsiconuovo e Muro Lucano Mons. Salvatore Ligorio, concelebrante il Cappellano della Polizia di Stato Padre Alberto Rosciano, ha officiato una Santa Messa in onore del Santo. Alla funzione religiosa hanno presenziato il Questore Antonino Pietro Romeo, il Prefetto della provincia di Potenza e le massime Autorità istituzionali civili e militari regionali e provinciali.

Erano presenti tutti i Funzionari della Polizia di Stato della provincia di Potenza, una rappresentanza del personale sia della Polizia di Stato che dell’Amministrazione Civile dell’Interno, i familiari dei caduti ed i rappresentanti delle organizzazioni sindacali di Polizia. Presente, come di consuetudine, anche una rappresentanza dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato con il labaro.

Il Questore Romeo, nel suo breve saluto, dopo aver ringraziato tutte le donne e gli uomini della Polizia di Stato che operano nella provincia di Potenza per il quotidiano impegno profuso “con entusiasmo, operatività e sperimentata professionalità”, ha evidenziato che “pur nella consapevolezza che il nostro Paese stia attraversando un periodo abbastanza difficile, vogliamo comunque onorare San Michele Arcangelo, fieri di appartenere ad una Istituzione da sempre al servizio dei cittadini all’insegna del motto ‘Esserci Sempre’. Questa frase breve, sintetica e di forte impatto, che solitamente accompagna le nostre ricorrenze e le nostre partecipazioni ufficiali ad eventi di rilevanza esterna, non è un semplice slogan, ma rappresenta in concreto l’impegno assunto dalla Polizia di Stato nei confronti della collettività perché noi siamo al servizio di tutti i cittadini”.

La Santa Messa celebrativa a Salerno, invece, è stata officiata nella Cattedrale dall’Arcivescovo Metropolita di Salerno-Campagna-Acerno Mons. Andrea Bellandi, coadiuvato dal Cappellano Provinciale della Polizia di Stato don Giuseppe Greco, alla presenza del Prefetto Francesco Russo, del Questore Maurizio Ficarra e di altre autorità civili e militari. Alla cerimonia hanno partecipato anche le rappresentanze del personale della Questura di Salerno, degli Uffici delle Specialità, dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato, dei familiari delle “Vittime del Dovere” e dei “Caduti in Servizio”, il tutto nel rispetto della normativa sanitaria anti-Covid.

Mons. Bellandi, nella sua omelia, ha ricordato l’importanza di avere anche in questi tempi una visione trascendentale della vita, invitando a guardare alla figura dell’Arcangelo Michele come simbolo di speranza che meglio di ogni altro rappresenta il servizio che le donne e gli uomini della Polizia di Stato sono chiamati a compiere a favore di tutta la nostra comunità. Alle sue parole è seguito l’intervento del Questore che ha ringraziato tutti i presenti, rinnovando i sentimenti di stima e di amicizia ai responsabili provinciali e agli appartenenti delle altre Forze di Polizia per lo sforzo congiunto messo in campo in questi mesi di emergenza sanitaria nella complessa attività di tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, nonché della salute pubblica. Un particolare plauso è stato rivolto agli operatori di Polizia che nelle diverse situazioni del vivere quotidiano si sono fatti apprezzare per professionalità, dedizione e sensibilità, dimostrando grande spirito di servizio e di vicinanza ai cittadini.

– Chiara Di Miele –

 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*