Nonostante la crisi economica e sociale in Italia, l’industria del gioco d’azzardo è in forte crescita e il numero dei giocatori continua ad aumentare. I giocatori in Italia sono circa 15 milioni, di cui 1.250.000 ragazzi tra i 15 e i 19 anni. In molti casi il gioco rimane solo un divertimento ma sono sempre di più i casi in cui il gioco d’azzardo assume connotazioni psicopatologiche e si trasforma in una vera e propria dipendenza patologica. Si stimano circa 700.000 persone con problemi di dipendenza e circa 2.000.000 di persone a rischio di dipendenza. Il numero di persone coinvolte si impenna almeno del triplo se contiamo i familiari dei giocatori.

La dipendenza dal gioco d’azzardo è una malattia e i criteri diagnostici sono indicati nel DSM IV. Quando si innesta il processo psicopatologico il giocatore compulsivo non può fare a meno di giocare anche se pensa di poter smettere quando vuole. Le conseguenze negative del gioco d’azzardo patologico colpiscono tutte le sfere di vita della vittima compromettendo, e in alcuni distruggendo, le relazioni lavorative, i rapporti con gli amici, con il partner e i figli. Uscire dalla dipendenza è possibile, in tutta Italia stanno emergendo centri e servizi che hanno lo scopo di aiutare i malati dell’azzardo.

Il gioco d’azzardo patologico è un fenomeno che si sta manifestando in modo sempre più forte e devastante anche nel nostro territorio, è per questo che la Cooperativa ISKRA, che da dieci anni si occupa di questa tematica, ha promosso un nuovo servizio rivolto ai giocatori d’azzardo che si va ad affiancare al Centro Ascolto già esistente. Il gruppo di sostegno giocatori, coordinato dal dott. Gianni Mario D’ambrosio, darà la possibilità ai partecipanti e alle loro famiglie di condividere un luogo in cui incontra le altre persone con la medesima problematica, con l’obiettivo fondamentale di condividere esperienze e ricevere conforto e sostegno da parte di una comunità in grado di comprendere sempre più approfonditamente la problematica nella quale sono incorsi. Il gruppo di sostegno giocatori rientra nel progetto @vVitaMenti e si inserisce nella Campagna di sensibilizzazione sulle conseguenze del gioco d’azzardo “l’azzardo ti consuma” promossa dalla Cooperativa ISKRA.

Per avere informazioni più dettagliate è possibile contattare e chiedere informazioni chiamando al 348.7169871. Uscire dalla dipendenza dal gioco è possibile, se il gioco diventa un problema si può chiedere aiuto e uscirne. Oltre ai gruppi di sostegno, la Cooperativa ISKRA sta conducendo un’indagine conoscitiva sul gioco d’azzardo e le nuove dipendenze. È possibile dare il proprio contributo rispondendo al questionario linkato a fine articolo, tutti possono rispondere al questionario, non è necessario essere un giocatore per contribuire alla ricerca. Il questionario è anonimo.       

 – Fabrizio Carucci –


 

Commenti chiusi