Domani e martedì, 8 e 9 maggio, Oliveto Citra si tingerà dei colori europei in occasione dello “Europe Day”.

Bridges-Ponti. Le comunità locali per l’Europa di tutti”, questo il titolo dell’evento organizzato dall’Amministrazione Comunale per accogliere rappresentanze di ragazzi e amministratori provenienti dai comuni gemellati con Oliveto Citra.

Lo Europe Day celebra l’unità e la pace in Europa, ricordando il Discorso di Parigi del 9 maggio 1950 tenuto dall’allora ministro degli Esteri francese Robert Schuman, che propose la creazione di una nuova organizzazione in Europa che avrebbe favorito la collaborazione tra gli stati europei salvaguardando la pace tra i popoli.

“Bridges-Ponti” prenderà il via domani, con una giornata dedicata interamente agli alunni dell’Istituto Jacopo Sannazzaro che accoglieranno i ragazzi giunti da Szczawnica (Polonia), da Collesano (Palermo) e da Muro Lucano (Potenza), e faranno da guida turistica alla scoperta delle bellezze del borgo.

L’appuntamento per il 9 maggio è alle ore 9.30 presso l’Auditorium Provinciale di Oliveto Citra per dare inizio alla Festa dell’Europa. Protagonisti, ancora una volta, gli alunni dell’Istituto Jacopo Sannazzaro e i ragazzi dei comuni gemellati, con musica, poesia, pitture e danze sul tema “la mia idea di Europa”. Un momento di scambio e condivisione sulla propria idea di Europa che proseguirà durante tutta la giornata e che è il fulcro della manifestazione. Ospite dell’evento, il professor Giuseppe Foscari, docente di storia dell’Europa all’Università di Salerno.

Il 9 maggio, inoltre, il comune di Oliveto Citra, approfittando del clima di scambio e crescita culturale dello Europe Day, firmerà un patto di gemellaggio con il Comune di Dozza (Bologna), con il quale Oliveto Citra ha già sviluppato proficue forme di collaborazione nel settore della promozione culturale, favorendo l’integrazione tra esperienze significative per i due territori: La Biennale del Muro Dipinto di Dozza e il Premio Sele d’Oro Mezzogiorno di Oliveto Citra.

Stefania Iannarella, assessore ai beni culturali, istruzione, formazione e gemellaggi del Comune di Oliveto Citra, commenta: “Il titolo stesso della manifestazione mette in evidenza un’Europa intesa non solo come un organo politico ed economico, ma soprattutto come una realtà più profonda in cui noi giovani dimostriamo sempre più il desiderio e la volontà di vivere in una Comunità unita, i cui punti cardini sono gli scambi interculturali come ampiamente dimostra la realizzazione di questa manifestazione”.

– Paola Federico –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*