Il Senatore Arnaldo Lomuti, membro della Commissione Parlamentare di inchiesta sulle attività illecite rifiuti e illeciti ambientali, ha presentato istanza al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali Dario Franceschini chiedendo l’interessamento e di fare tutto quanto in suo potere per assicurare la tutela paesaggistico ambientale del comune di Guardia Perticara.

Guardia Perticara è uno dei pochi paesi della Basilicata riconosciuto tra i “borghi più belli d’Italia”, conosciuto come il paese delle “case di pietra”, arroccato su una collina panoramica ed è visitato da migliaia di persone all’anno che contribuiscono ad una economia sostenibile di quest’area interna.

Comune bandiera arancione del Touring Club, Guardia Perticara ha conservato intatto l’aspetto del borgo medioevale con le case in pietra a faccia vista, lavorate da maestri artigiani, con i suoi vicoli con case e palazzi storici ricchi di particolari architettonici e decorativi di rilievo e pregio. In prossimità dell’abitato, inoltre, custodisce un’importante necropoli dell’Enotria, tanto da esserne considerata la capitale, dal cui Re Italo deriva il nome Italia.

“Questo prezioso patrimonio storico culturale – spiega in una nota stampa il Senatore Lomuti – è messo a rischio da un ingiustificato progetto di ampliamento di una piattaforma per il trattamento smaltimento di rifiuti speciali, che vorrebbe essere realizzato a soli 500 metri in linea d’aria dal paese. Un progetto di ampliamento di grande impatto sotto il profilo paesaggistico, infatti la sua ampiezza equivale a tre campi sportivi affiancati per un’altezza di 30 metri”.

Alla luce di tutto questo il Senatore Lomuti chiede al Ministro Franceschini e a tutte le istituzioni, agli organi regionali competenti e alla società civile che venga espressa la contrarietà nei confronti di questo progetto di ampliamento della piattaforma per il trattamento/smaltimento di rifiuti speciali perchè l’impatto della discarica – sottolinea – sul paesaggio e sullo scenario del patrimonio culturale e della bellezza di Guardia Perticara, patrimonio prezioso della Basilicata,  sarebbe devastante, oltre all’impatto sul benessere e la salute delle persone, come effetto immediato porterebbe alla perdita della bandiera arancione e dell’attrattività turistica con grave danno all’economia locale”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*