I Carabinieri del Ros, con l’ausilio dei militari del Comando Provinciale di Potenza e del Nucleo Ispettorato del Lavoro, hanno dato esecuzione ad un sequestro preventivo emesso dal Gip di Potenza, nei confronti di un’azienda che produce reti metalliche, con sede a Baragiano Scalo.

La Procura potentina ha iscritto nel registro degli indagati 4 persone accusate, in concorso tra loro, di aver effettuato un’intestazione fittizia dell’azienda. Le indagini si sono svolte attraverso accertamenti patrimoniali e servizi di osservazione e controllo.

Secondo le indagini, il titolare dell’azienda avrebbe realizzato una fittizia dismissione del patrimonio societario per eludere le disposizioni di legge in materia patrimoniale, intestando le quote societarie a 2 persone incensurate.

Il sequestro preventivo riguarda tre veicoli e un capannone industriale, oltre alle quote societarie, patrimonio netto aziendale e rapporti finanziari. La Procura, che ha nominato un amministratore giudiziario, ha quantificato il patrimonio in 6 milioni di euro.

Durante l’esecuzione del sequestro, l’Ispettorato del Lavoro ha riscontrato e contestato violazioni penali in materia di prevenzione, salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, contestando ammende per circa 50mila euro. Gli undici dipendenti dell’azienda, regolarmente assunti, continueranno a lavorare regolarmente secondo le linee aziendali che saranno adottate dall’amministratore giudiziario.

– redazione –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.