Era giunta quasi alla 36^ settimana di gravidanza una giovane donna albanese che, dopo essere stata operata al cuore in seguito ad un grave infarto, ha partorito la sua bambina di 2,430 kg.

Il lieto evento all’ospedale “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno: una storia incredibile che ha come protagonista una mamma combattiva che ha affrontato una dura prova prima di mettere al mondo la sua nona figlia.

La donna, alla 16^ gravidanza, con 9 figli nati e 7 aborti, è arrivata in ospedale in condizioni critiche, con un infarto cardiaco in corso e molto sofferente. È stata sottoposta ad un intervento particolarmente complesso effettuato dalla dottoressa Adele Pierri della Cardiologia Interventistica diretta dal dottor Cesare Baldi. L’équipe è riuscita con successo ad aspirare un grosso trombo in un’arteria principale.

La paziente è stata stabilizzata dal punto di vista cardiologico e trasferita nel Reparto di Gravidanza a Rischio, diretto dal dottor Mario Polichetti, che insieme al dottor Francesco Marino, Direttore di Ostetricia e Ginecologia ospedaliera, ha eseguito un intervento di taglio cesareo per consentire la nascita della bambina.

Mamma e figlia stanno bene, testimoni che la collaborazione repentina tra medici e la professionalità di ognuno di loro possono salvare molte vite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano