Un intervento chirurgico molto delicato è stato eseguito all’ospedale “Ruggi” di Salerno e ha salvato la vita di una 13enne. La ragazzina, infatti, è stata sottoposta ad una tecnica combinata endoscopica.

Ad operare un’équipe interdisciplinare coordinata dal dottor Gaetano Ardimento della Chirurgia Pediatrica e dal dottor Mario Polichetti, Responsabile dell’Unità Operativa di Gravidanza a Rischio, coadiuvati dal chirurgo pediatra Salvatore Fusco e dall’anestesista Flora Minichini. Nell’intervento i medici sono stati supportati dall’équipe infermieristica composta da Avagliano, Bilotti e Sessa.

E’ stata asportata una voluminosa “massa complex” liquido-solida che occupava l’addome, fin sotto il diaframma, e che rendeva difficoltoso anche il semplice respirare.

Siamo orgogliosi di questo grande risultato – dichiara il dottor Polichetti -. Il Ruggi è tra le Aziende migliori del Mezzogiorno d’Italia nel campo sanitario e l’interdisciplinarietà rappresenta una forza vincente perché si affrontano i problemi complessi con soluzioni eccellenti per i pazienti“.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano