Notte movimentata per i poliziotti della Volante della Questura di Salerno. Dopo un inseguimento sui tetti dell’edificio sede della Società Salerno Energia gli agenti hanno arrestato un salernitano resosi responsabile del furto aggravato di un computer e di resistenza a Pubblico Ufficiale.

Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, nell’ambito dei servizi straordinari di controllo del territorio, predisposti dal Questore, intensificati nei fine settimana, intorno alle 5 di questa mattina, sono stati inviati in via Passaro, a seguito di telefonata giunta sul numero unico delle emergenze 112 che segnalava la presenza di un uomo all’interno dei locali della Società Salerno Energia. Gli operatori, giunti sul luogo in pochissimi minuti, dopo aver contattato il personale preposto alla vigilanza interna dell’azienda, sono entrati all’interno della palazzina notando subito una finestra degli uffici forzata ed aperta.

Giunti al secondo piano, dopo aver udito dei rumori, sono riusciti a raggiungere il tetto della struttura dove un giovane furtivamente cercava di nascondersi all’interno di uno sgabuzzino riservato al reparto caldaie. Gli agenti, dopo essersi qualificati gli hanno intimato l’alt, ma il ragazzo, al fine di guadagnare la fuga, ha strattonato violentemente gli operatori  cercando di fuggire. E’ stato però rincorso e bloccato.

Il ragazzo è stato trovato in possesso di un computer portatile nero, rubato all’interno degli uffici della società.

Condotto presso gli uffici della Sezione Volanti, il giovane, identificato per il 22enne salernitano A.G., è stato arrestato e su, disposizione del Pubblico Ministero, posto agli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

– Paola Federico –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*