Guardia di Finanza in azione ad Eboli per indagare sui Fondi Covid assegnati agli indigenti. Come riporta “La Città di Salerno”, ieri mattina le Fiamme Gialle si sono recate negli uffici del Piano di Zona per un’inchiesta sulle domande per ottenere i bonus legati all’emergenza sanitaria.

Le verifiche serviranno ad accertare se le dichiarazioni rese dalle famiglie bisognose siano vere o false. Nelle prossime ore alcuni ebolitani potrebbero essere iscritti nel registro degli indagati con l’accusa di truffa allo Stato. Sembrerebbe, infatti, che alcune famiglie, nonostante gli avvertimenti da parte dei funzionari del Piano di Zona, abbiano dichiarato il falso pur di vedersi assegnato il bonus.

I dipendenti degli uffici hanno fornito ai Finanzieri la documentazione necessaria e ora chiunque abbia reso dichiarazioni fasulle verrà identificato e denunciato. 

Ad Eboli è stata inoltre avviata già un’altra indagine dalla Guardia di Finanza sugli affitti delle case popolari. Risultano esserci famiglie che non hanno mai pagato la cifra, seppur irrisoria, dovuta al Comune.

Nonostante dovessero essere sfrattati già da tempo, nulla è successo in tal senso. Per questa vicenda nel registro degli indagati sono stati iscritti tutti i dirigenti comunali che hanno lavorato nell’Ufficio Patrimonio negli ultimi anni e che non hanno mai preteso dalle famiglie residenti nelle case popolari l’affitto di 12 euro mensili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano