Sono continui i controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, guidati dal Capitano Davide Acquaviva, sul rispetto del decreto emanato dal Governo per contrastare la diffusione del Covid-19, che ordina ai cittadini di muoversi dalle proprie abitazioni solo per motivi indispensabili, come lavorare, fare la spesa, o per problemi che riguardano la salute.

Non manca chi non rispetta queste nuove regole. I militari hanno, infatti, fermato un 23enne che passeggiava liberamente nel centro abitato di Sassano, con una birra in mano. Il ragazzo non aveva con sé l’autocertificazione richiesta. Non ha saputo fornire spiegazioni sul perché era in strada ed ha protestato e spintonato i carabinieri fino ad aggredirli per provare a scappare.

Il 23enne è però stato bloccato e arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale e per non aver rispettato quanto prevede il DPCM.

– Paola Federico –

4 Commenti

  1. Ci vuole l’esercito in strada in assetto da guerra c’è poco da fare… non possiamo prenderla alla leggera!!!

  2. Purtroppo i giovani sono semplici e immaturi non riescono a capire la gravità dell’Italia. Non riescono a comprendere ed a capire….. Sono giovani…

  3. Costabile says:

    È poi ci meravigliavano chi scappava dalla paura al Nord e noi abbiamo questi strafottenti.

Rispondi a Luca Cancel

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.