In questo periodo dell’anno mani e piedi sono spesso freddi. Guanti e calzini pesanti sono due accessori di cui non si dovrebbe mai fare a meno. Ma perché succede? La prima cosa che viene in mente in questi casi è di avere problemi di circolazione.

Non è del tutto sbagliato, perché l’organismo mette in atto un meccanismo di difesa, la vasocostrizione. È un fenomeno che coinvolge il microcircolo capillare, la rete di piccoli vasi sanguigni superficiali che sono essenziali per lo scambio di ossigeno e sostanze nutritive per i tessuti.

Il freddo riduce il diametro del vaso sanguigno attraverso cui scorre il sangue, le piccole arterie che scorrono in prossimità della superficie cutanea si fanno ancora più piccole, provocando a volte anche l’aumento di pressione. Questo è un meccanismo di difesa per contenere la dispersione di calore e di conseguenza le estremità corporee diventano più fredde, pallide e sottili. Possono esserci anche problemi patologici come iperidrosi (una sudorazione frequente o costante che può dare la sensazione di avere i piedi freddi, specie se l’evaporazione del sudore li raffredda rapidamente), il diabete (l’eccessiva quantità di zuccheri provoca dei piccoli danni ai vasi che influiscono negativamente sulla circolazione periferica e provocano una scarsa circolazione del sangue), l’ipotiroidismo (la tiroide è la ghiandola che si occupa della termoregolazione e se non funziona si verifica un abbassamento della temperatura), l’anemia o un disturbo funzionale, cioè un disturbo causato dal malfunzionamento di una parte del corpo oppure di un organo. Essendo mani e piedi freddi una condizione fisiologica, si può limitare la sua insorgenza con accessori come guanti e calzini pesanti che dovrebbero far parte dei nostri outfit quotidiani.

Sarebbe meglio evitare maglioni, pantaloni e scarpe troppo stretti in quanto potrebbero comprimere troppo e contribuire quindi al rallentamento della circolazione sanguigna. Bisogna ricordare di muovere spesso le dita delle mani e dei piedi quando fa freddo in modo da non rallentare ulteriormente la circolazione del sangue.

Esistono creme che contengono capsaicina, che vengono utilizzate principalmente per contratture muscolari ma possono essere usate prima di esporsi al freddo e non si hanno gli indumenti adatti; viene utilizzata anche dai personaggi dello spettacolo in inverno per i red carpet. Attenzione però al passaggio rapido dal freddo al caldo che può causare i geloni, noduli che generano prurito, dolore, screpolature, infiammazione della pelle e sanguinamento. In caso di geloni il medico può prescrivere delle creme a base di cortisone da applicare direttamente sulle zone colpite che aiutano ad alleviare il prurito ed il gonfiore e farmaci da prendere per via orale. Quel che si sconsiglia è fumare in quanto la nicotina può peggiorare la vasocostrizione.

Se anche con le dovute accortezze il problema del freddo non si risolve, bisogna effettuare dei controlli per escludere eventualmente i problemi elencati prima.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano