Un carico di oltre 100mila dosi che dovrebbe definitivamente cancellare i problemi di approvvigionamento. Nei giorni in cui la Basilicata, e in particolare la provincia di Potenza, sta facendo i conti con il primo, significativo rallentamento della campagna vaccinale dovuta all’insufficienza di dosi Pfizer e Moderna, arriva la notizia che molti lucani attendevano. Per il prossimo mese di giugno è dunque prevista la consegna delle oltre 100mila dosi destinate alla Basilicata.

In particolare, fino al 17 giugno la fornitura riguarderà 77.720 dosi di Pfizer, a cui bisognerà aggiungere altre due consegne settimanali. Saranno invece 13.730 le dosi di Moderna e 10mila quelle di AstraZeneca in arrivo nel prossimo mese. A maggio i numeri della campagna vaccinale lucana parlano di 44.460 dosi di Pfizer, 3.300 di Moderna e 4000 di Johnson & Johnson inoculate a Potenza e Matera negli Open day per gli over 40 e over 50. Va ricordato che in provincia di Potenza sono bloccate almeno fino al 31 maggio le prime dosi di Moderna e Pfizer.

Finora in Basilicata sono state somministrate 303.600 dosi, pari al 93,4% delle 325.025 consegnate. La percentuale di dosi somministrate in rapporto alla popolazione è, in Basilicata, del 55% circa.

A Potenza, nel secondo hub vaccinale allestito nella palestra “Rocco Mazzola” di via Roma, il prossimo 1° giugno saranno somministrate le seconde dosi di Pfizer non inoculate il 19 maggio scorso per l’insufficienza delle forniture. Le prime dosi Pfizer “saltate” sempre il 19 maggio saranno invece recuperate il 2 giugno. Poi dal 3 giugno le somministrazioni riprenderanno regolarmente e saranno recuperate le prime dosi Pfizer non inoculate dal 21 maggio al 2 giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*