“De Luca bocciato nella sua politica sulla Scuola. Il TAR di Napoli con la sentenza pubblicata ieri ha dichiarato illegittime tutte le sue ordinanze”.

È quanto dichiara il Codacons Campania dopo il ricorso presentato contro la Regione circa la didattica a distanza adottata nei mesi scorsi. Il TAR ha anche condannato la Regione al pagamento delle spese di giudizio.

“Il Codacons ma anche diversi genitori in rappresentanza dell’associazione Scuole Aperte Campania – spiega il Codacons – e di altri da noi rappresentati che ci hanno contattato e hanno formato dei gruppi molto estesi tra le diverse province, hanno vinto. Le ordinanze di De Luca sono state dichiarate illegittime. Dopo un anno di battaglie è giunto il giusto riconoscimento al grande lavoro svolto. De Luca attraverso i decreti era stato più volte rimandato e non si è voluto uniformare”.

“Questa sentenza costituisce una svolta per tutta l’attività di governo della Scuola nello stato emergenziale, il diritto all’istruzione non può essere sacrificato come invece ha sostenuto la Regione per mesi e mesi violando coscientemente le norme dello Stato aggiunge – A questo punto si apre la strada ai risarcimenti per tutti coloro che nella propria sfera soggettiva dimostreranno di aver subìto un danno”.

“Questo sia il presupposto per una battaglia culturale per la valorizzazione della comunità scolastica – conclude il Codacons – perché la scuola è l’unico luogo in grado di far emergere nella vita e nel lavoro i nostri ragazzi”.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano