Achille Perone, Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato originario di San Pietro al Tanagro, ieri sera tra gli ospiti di “Quarto Grado”, il programma di Rete 4 condotto da Gianluigi Nuzzi che approfondisce ogni settimana alcuni dei gialli irrisolti della cronaca più recente.

Il Vice Questore Aggiunto Perone, della Squadra Mobile di Milano, comanda la Sezione dedicata ai reati sessuali e ai danni dei minori ed è intervenuto nel programma Mediaset per fornire dei chiarimenti in merito al momento in cui si deve sporgere denuncia per uno stupro subito. L’argomento rientrava nell’ambito della vicenda che vede Ciro Grillo, figlio del più noto Beppe, accusato insieme ad un gruppo di amici di aver abusato sessualmente di una giovane mentre si trovavano in vacanza in Sardegna.

Il momento della denuncia è particolarmente delicato per le donne. Nel caso di specie, la vittima ha denunciato la violenza sessuale dopo più di una settimana. Ma le Forze dell’Ordine, e in questo caso la Polizia di Stato, agiscono tramite personale specificamente preparato per affrontare questa tipologia di reato. “E’ uno dei momenti più delicati – ha spiegato il Vice Questore Aggiunto Perone – e il dover descrivere con tutti i dettagli del caso è come rivivere il trauma. Gli investigatori devono quindi cercare di attenuare questo aspetto, creando un ambiente accomodante e con la collaborazione di specialisti in psicologia. Recentemente la denuncia querela per i reati sessuali è stata estesa fino ad un anno, perchè il legislatore comprende la condizione della vittima e la possibilità che possa maturare nel tempo la convinzione di aver subito una lesione o un trauma o di aver subito un reato e di doverlo denunciare“.

Il giovane poliziotto valdianese è in servizio a Milano dal 2014, precedentemente ha lavorato anche a Torino. Ricordiamo che nel 2017 è stato possibile, grazie al suo fiuto, assicurare alla legge l’assassino di una 54enne uccisa nel suo appartamento milanese con diversi colpi alla testa. Inoltre sono diversi i casi di violenza sessuale trattati dal Vice Questore Aggiunto Perone nel territorio di competenza della Squadra Mobile milanese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*