Il ruolo del dottore commercialista, soprattutto alla luce della recente emergenza sanitaria, ed il suo rapporto con il sistema nazionale, troppo spesso vessato dalla burocrazia. Questi gli argomenti al centro dell’intervista con il dottore Gaetano Romanelli, commercialista e revisore legale, titolare dello Studio Romanelli Consulting con sede in via Bisanti a Sala Consilina, ma anche a Salerno e a Roma.

I recenti fatti di attualità che vedono al centro dell’attenzione pubblica i parlamentari cosiddetti “furbetti del Bonus” conducono a porsi maggiori interrogativi sul ruolo del dottore commercialista. Davvero un cliente può non conoscere la pratica istruita a suo nome e ritrovarsi, in questo modo, a percepire un Bonus senza sapere come e per esclusiva responsabilità del suo commercialista? E quanto il farraginoso sistema nazionale può contribuire a rendere ancora più gravoso il lavoro di un dottore commercialista e, di conseguenza, la buona tenuta di un’azienda? Queste le tematiche affrontate nel corso dell’interessante intervista con il noto professionista valdianese.

Lo Studio fondato dal dottore Romanelli nel 1994 opera principalmente nella gestione della crisi di impresa e nella consulenza aziendale. Da oltre vent’anni gode della fiducia della Magistratura e di prestigiosi studi legali e commerciali che operano presso i Tribunali di tutta Italia.










Romanelli, che ricopre il ruolo di Vicepresidente del Consiglio dell’Ordine dei Commercialisti ed Esperti Contabili di Sala Consilina, è delegato dalla Federazione Campana degli Ordini dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili per l’attuazione dei Tavoli di concertazione in tema di imposte dirette e indirette con la Direzione regionale delle Entrate Campania, è componente del Comitato direttivo della Scuola di Alta formazione Campania per Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili.

Numerosi sono gli incarichi giudiziari di cui è stato investito negli anni il dottore Romanelli, nominato nella carica di Curatore Fallimentare/Commissario giudiziale in circa 35 procedure concorsuali e inoltre è stato Consulente tecnico del Pubblico Ministero con incarichi di notevole rilevanza, vantando al suo attivo la partecipazione in circa 50 procedimenti in tema di reati fallimentari, tributari e societari.

– Chiara Di Miele –

[fbvideo link=”https://www.facebook.com/ondanews.it/videos/2718262168500076/” width=”700″ height=”400″ onlyvideo=”1″]

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*